Data 07/04/2017

Primiero, il paesaggio in quindici pannelli

Trentino 

E’ iniziata alla grande la serie di appuntamenti sulla valorizzazione del territorio incentrata sulla relazione fra paesaggio e sviluppo. Un folto pubblico ha presenziato, infatti, all’inaugurazione, nell’aula magna dell’Enaip, della mostra itinerante dal titolo: “Il paesaggio del Trentino. Un percorso tra natura e interventi umani”. I quindici

pannelli che compongono il percorso espositivo presentano “una sintesi delle componenti naturali e una lettura dei caratteri del paesaggio trasformato dall’uomo: lo spazio agricolo, gli insediamenti, l’ambiente urbano, i giardini, i parchi, gli edifici, tutto quanto finalizzato nel porre attenzione ai valori che vanno preservati e trasmessi alle generazioni future”.

L’iniziativa è organizzata dal Centro di Formazione Professionale Enaip, dal Comune di Primiero San Martino di Castrozza e dalla “Step” e cioè la Scuola

per il governo del territorio e del paesaggio. E proprio per illustrare la mostra è intervenuto Bruno Zanon, presidente del Comitato scientifico della “Step”, che ha relazionato più specificamente sul tema “Il paesaggio: lo spazio di vita della nostra comunità”.

Lo hanno preceduto con i loro interventi introduttivi, il vice direttore e il direttore dell’Enaip di Primiero, Nicola Testoni e Fausto Eccher, l’assessore Giacobbe

Zortea e il presidente della Comunità Roberto Pradel. «Il paesaggio parla della natura, della storia dell’uomo e del modo di abitare territori diversi, della nostra capacità di prenderci cura dei valori in gioco – ha detto Bruno Zanon – e quindi parla di noi stessi e del nostro rapporto con il mondo circostante.

Per questo il paesaggio, come base materiale di vita di una comunità e come quadro di valori, costituisce un bene comune che va difeso con apposite norme e azioni pubbliche, sollecitando la responsabilità dei cittadini».